Rubrica

Alimentazione Anticellulite


Un’alimentazione adeguata è in grado di sconfiggere la cellulite?

La cellulite è un inestetismo che non è strettamente legato al peso, ma con uno stile alimentare salutare può migliorare. Ecco quali cibi mangiare per drenare i liquidi e sostenere il buon funzionamento del microcircolo.

Ovviamente, solo nel caso in cui si voglia fare qualcosa per la cellulite. Infatti, quasi tutti hanno la cellulite, semplicemente molti trovano il modo di non mostrarla sui social media grazie a questioni di luce, posizione e angolazione della fotocamera.

La cellulite, nota anche come “pelle a buccia d'arancia" o in termini medici come “pannicolopatia edematofibrosclerotica, si manifesta come un'alterazione della regolarità cutanea superficiale di alcuni distretti corporei.
Si forma per un malfunzionamento del microcircolo che porta ritenzioneidrica e aumento di volume della riserva di energia sottocutanea.
Quindi non si riesce più a eliminare in modo naturale il grasso sottocutaneo, questo si verifica con l’aumento di volume delle cellule adipose che a sua volta determina la costipazione dei vasi capillari e il deposito i liquidi tra gli spazi interstiziali. La ritenzione dei liquidi e il cattivo microcircolo non sono unicamente legati alla perdita di peso e dipendono da vari fattori, tra cui quelli genetici e ormonali.
Tuttavia, limitando i cibi che favoriscono il ristagno di liquidi e tossine, come dolci, fritti e condimenti e seguendo un’alimentazione ricca di cereali integrali, verdura, frutta, e povera di sale, zuccheri, e grassi saturi sicuramente è un buon inizio.

L’alimentazione drenante per la cellulite

Si tratta di uno stile alimentare che prevede l’assunzione di cibi dall’effetto diuretico efondamentali per il buon funzionamento cardio-vascolare.

Per prima cosa è importantissima un’adeguata idratazione. È consigliabile bere almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno, frazionati nell’arco della giornata; un suggerimento può essere bere tisane ed infusi purché non siano zuccherati e limitare il consumo di bevande alcoliche e non (come aranciate, bibite, cola, succhi di frutta, birra, caffè zuccherato, tè ecc.).

Il sale è un potente “ritentore” dell’acqua, per cui, dato che la cellulite è caratterizzata da un eccesso di tessuto adiposo una ritenzione idrica locale, per contrastarla è utile limitarne il consumo.

Quindi attenzione non soltanto al sale che viene aggiunto ai piatti che vengono cucinati, ma soprattutto a non eccedere con quegli alimenti che ne contengono già di per sé, come cibi conservati e lavorati, affettati e salumi, carni in scatola, formaggi stagionati e dado da cucina.

sale formaggi
Ad ogni pasto non deve mai mancare la verdura cruda o cotta e preferibilmente di stagione, è salutare consumarne due porzioni al giorno.

In particolare, tra le verdure sono molto efficaci gli asparagi ma anche tutte le verdure a foglia verde, come cicoria, spinaci, agretti, pomodori, lattuga, cetrioli, cipolle, fagiolini e zucchine.

frutta e verdura: alimentazione sana

Per quanto riguarda la frutta, privilegiare i frutti rosso-viola, come mirtilli, fragole, ribes, more e melograno, in quanto sono ricchissimi di flavonoidi, antiossidanti particolarmente utili per il microcircolo, e l’ananas che grazie al contenuto di bromelina, un enzima che svolge un’azione antinfiammatoria, stimola l’eliminazione dei liquidi e agisce sui tessuti gonfiati dal ristagno di sangue.
Inoltre, è molto utile consumare cibi ricchi di potassio, come banana e kiwi, che stimolano la diuresi aiutano a eliminare il sodio, che favorisce la ritenzione.

Le fibre, in particolare quelle insolubili, favoriscono l’attività intestinale, aumentano la massa delle feci e aiutano l’organismo a espellerle più velocemente.
Invece, quelle solubili favoriscono l’eliminazione delle tossine, e contribuiscono a rallentare l’assorbimento di zuccheri e grassi.
Quindi, questo aiuta la pelle a mantenersi più elastica e compatta e contrasta l’effetto a buccia d’arancia.

fibre: cereali e frutta

Cibi ricchi in fibra sono alimenti integrali (pasta, pane, cereali), frutta e verdura. Tra gli ortaggi e frutta più ricchi di fibre, ci sono: carciofi, cicoria, finocchi, mele, pere e kiwi.

È importante inserire anche il consumo di pesce, ottima fonte di Omega-3 che aiuta a migliorare l’elasticità delle membrane delle cellule e ha effetti antitrombotici per il microcircolo; utile anche il consumo di frutta secca a guscio, ricca di Omega-3.

Associazione dell’attività fisica

L'attività motoria è l'arma vincente per ripristinare una circolazione ottimale in tutto il corpo. Può essere utile evitare di trascorrere molte ore in posizione seduta o eretta ed immobile.
Qualora non fosse possibile modificare questo aspetto per questioni lavorative o scolastiche, si consiglia di contrastare il ristagno idrico mediante attività fisica motoria anche blanda e/o l'utilizzo di tecniche drenati come posizionare le gambe in su, massaggi o bagnocaldo-freddo.attività fisica con abbigliamento attivoDunque, buone abitudini a tavola per una dieta equilibrata e ben ripartita e uno stile di vita attivo aiutano a contrastare la cellulite e sono molto importanti anche se sulla tua pelle non ce n’è ancora traccia.

COSA INDOSSARE

Un'ulteriore aiuto si può avere indossando indumenti che migliorano l'idratazione e l'elasticità della pelle sia durante il giorno (vedi leggings snellenti funzionali o activewear) che di notte (vedi pigiama drenante), senza dimenticarci della skincare del proprio visto (vedi Beauty-Pack)

Pubblicato in: Recenti, Dieta Sana

I consigli della nutrizionista.

Segui la rubrica "Dieta Sana" e ricevi le promo esclusive BeGood + un Coupon Sconto per una seduta con la nostra nutrizionista.

Iscriviti ora