Rubrica

Vivere la quarantena facendo ciò che non è possibile fare durante la vita di tutti i giorni


Se la quarantena ha tanti lati negativi perché non permette di rivedere i propri cari, di uscire anche solo per una corsa leggera e vivere la propria vita nella piena totalità, ha però anche degli aspetti positivi.
Il primo tra tutti è il tempo: con l’isolamento abbiamo più tempo da dedicare a noi e alle nostre passioni, a ciò che ci piace e che purtroppo, durante la vita di tutti i giorni, non riusciamo a fare.

Questo è proprio il momento adatto per riprendere in mano ciò che non abbiamo avuto tempo di fare in precedenza e noi di BeGood abbiamo deciso di darti qualche consiglio per vivere al meglio questo tempo in cui si deve rimanere in casa e godere del benessere che si può trovare anche durante questo isolamento forzato.


Sistemare il proprio armadio e selezionare ciò che non ci serve più

Potreste trovarla un’attività insolita per rilassarsi, ma riordinare il proprio armadio e selezionare ciò che non si indossa più è invece un’attività che vi semplificherà nettamente la vita dandovi quella sensazione di serenità finale quando tutto sarà perfettamente in ordine.
Infatti negli anni negli armadi si accumulano vestiti, scarpe e accessori che nel profondo sappiamo che non indosseremo mai più. Perché non sbarazzarsene allora?

sistemare vestiti e armadio

Basta prendere il coraggio, indossare abiti comodi, preparare un contenitore dove riporre ciò che toglieremo dall’armadio e mettersi al lavoro. Il consiglio è prendere capo dopo capo e selezionare, con onestà, quale veramente potremmo mettere nuovamente e quali sono ormai anni che non indossate più e che mai più lo farete.

Nel riordinare l’armadio, scegliete di farlo in modo intelligente, magari inserendoli a seconda del colore o degli abbinamenti che utilizzate più spesso. Ciò che è importante è fare spazio per avere, a vista d’occhio, più chiaramente ciò che eccede (e ciò che manca) per rendere l’armadio organizzato e in ordine.
Questa attività è una garanzia: vi sentirete molto meglio una volta terminato.

E con gli abiti che non si usano più? Non preoccupatevi: ci sono tante associazioni che saranno felici di prenderli e dargli una seconda casa.

 

Dedicarsi a delle coccole di cui non si ha mai il tempo: leggere, scrivere, ascoltare la musica e vedere un buon film

Il tempo extra regalato dall’isolamento può essere un ottimo alleato per riprendere delle attività che spesso abbiamo tralasciato per via della vita frenetica di tutti i giorni. Come quella di tornare a leggere dei romanzi rimasti a metà ormai da troppo tempo o di riprendere un diario per tracciare emozioni, sensazioni e pensieri sulla carta, da rileggere quando la pandemia sarà, fortunatamente, un ricordo lontano.

tempo per hobby, leggere, scrivere, film

Ma c’è anche la musica che può essere finalmente ascoltata senza doverla utilizzare solo in metro o nel tragitto casa-lavoro. Si può ascoltare la propria playlist per intero, cantando a squarciagola e ripensando ai momenti significativi che associamo a determinate canzoni. Finalmente se ne ha il tempo!

Infine, troppe volte avete visto pubblicità che annunciavano l’uscita di un nuovo spettacolare film, magari con i vostri attori preferiti. Il momento è arrivato: potrete vedere tutti i film che non siete riuscite a vedere al cinema o che magari non avevate tempo di seguire nelle piattaforme di streaming come Netflix. E se non sono nel catalogo, basta cercarle su YouTube: al costo di un gelato potrete vedere il film che tanto desideravate vedere.

 

Utilizzare (finalmente!) la cucina per imparare a cucinare un menù healthy

Per chi vive nelle grandi città in cui il delivery è il vero sostituto della cucina, ritrovarsi da sole a dover provvedere al proprio approvvigionamento senza un sushi in arrivo in 20 minuti potrebbe essere stato uno shock. In più, con i ritmi molto veloci della vita pre-coronavirus, magari non si ha mai avuto davvero il tempo per dilettarsi in cucina in modo appropriato.

Tuttavia, grazie all’isolamento, si possono testare le proprie doti culinarie mettendosi ai fornelli e imparando tante ricette healthy.
Infatti, oltre ad essere più costoso, ordinare d’asporto rende impossibile bilanciare i giusti ingredienti e creare un menù adatto al reale fabbisogno energetico di cui si ha bisogno quotidianamente.

Invece, utilizzando la propria cucina, dosando saggiamente gli ingredienti, si potrà scoprire magari un nuovo talento, una nuova passione, un nuovo modo di passare il tempo cucinando qualcosa fatto con amore.

cucinare ricette healty

 

Feng Shui casalingo: ridisegnare la propria casa

Un’altra attività che è possibile fare e che si è sempre desiderato fare ma non si aveva mai il tempo di farla, è utilizzare le regole del feng shui per ridisegnare la propria casa e creare una nuova corrente di energie positive. Il feng shui è una tradizione cinese che indica alcuni accorgimenti da seguire per organizzare gli spazi della casa in modo tale che siano portatori di energie positive che rendano migliore la vita in quegli spazi.

regole feng shui per ordinare casa

Il feng shui si basa tutto sulla ricerca dell’equilibrio tra colori, forme e materiali e viene praticato nelle case cinesi perché si ritiene che una casa equilibrata porti ad una vita equilibrata. Ecco perché si può utilizzare questo momento per riposizionare alcuni elementi della casa ed eliminare ciò che davvero stona con il resto.

Il senso più intimo del feng shui è creare un ambiente che porti pace all’inquilino e ai suoi ospiti, grazie alle armonie che è possibile sviluppare seguendo le regole dell’antica arte cinese. Tra queste c’è quella di mettere il letto con la testata orientata verso est e i piedi verso ovest, così da simulare il movimento del sole.

 

Studiare il prossimo viaggio e sapere già dove andare e cosa fare

Non succederà presto, ma si tornerà a viaggiare e tante volte abbiamo sognato di volare verso mete lontane, ma poi non siamo mai riusciti a organizzare nulla. Ora è arrivato il momento di mettere su carta quali sono i prossimi viaggi che si vogliono fare, organizzando scrupolosamente le mete e gli itinerari da seguire.

Sicuramente vedere le immagini di quei posti lontani e bellissimi potrà essere complesso ora come ora, ma portarsi avanti con il lavoro ed essere pronti a viaggiare quando si tornerà, sarà avvicinarsi al realizzarsi di un sogno e, ad oggi, di sognare, ce n’è tanto bisogno.

organizzare il prossimo viaggio

Anche se le attività tra le quattro mura di casa sono tante e spesso non si ha il tempo di annoiarsi, non dimenticatevi di prendervi cura del vostro corpo con piccoli gesti quotidiani e, se anche nella fase 2 continuerete a stare a casa in smartworking, continuate a indossare degli abiti comodi, ma anche intelligenti, che si prendano cura di voi e del vostro corpo. Come quelli ideati da BeGood in Dermofibra® Cosmetics.

Pubblicato in: #IORESTOACASA